Come orientarsi tra la scelta di un prato naturale o prato sintetico?

Naturale o Sintetico.
L’installazione dell’erba nel giardino richiede la valutazione degli elementi a favore e contro per ciascuna scelta, in particolare in relazione ai costi della posa, al tempo e all’impegno necessari per una corretta manutenzione. In questo articolo spieghiamo i vantaggi e gli svantaggi dell’erba naturale o sintetica, le caratteristiche per un buon mantenimento e quali sono i rispettivi metodi di installazione.
Nei giardini residenziali, nelle piscine, nelle terrazze, negli impianti sportivi o nei parchi, l’erba è sempre presente: gioca un ruolo fondamentale a livello funzionale e decorativo. La scelta corretta del tipo di erba – naturale o artificiale – per il luogo in cui si desidera posizionarla dipende da una serie di fattori legati soprattutto al tempo, allo sforzo e al denaro richiesti dalla sua manutenzione e installazione.

Vantaggi e svantaggi dell’erba naturale

L’erba naturale è, logicamente, l’opzione più tradizionale. Richiede una serie di attività di manutenzione per mantenerlo in condizioni ottimali: falciare regolarmente, sradicare le erbacce, fertilizzare il terreno, controllare l’esistenza di parassiti, funghi o insetti, innaffiare frequentemente, riparare le zone calve e mantenere l’uniformità di colore, in modo tale da impedire l’emergere di aree gialle. Questi aspetti sono da considerare poiché richiedono tempo, impegno e costi.
Ma tra i principali vantaggi dell’erba naturale vi sono i suoi buoni livelli di inquinamento e assorbimento acustico. Inoltre, l’erba dissipa meglio il calore ed è molto versatile per adattarsi a spazi diversi, al di là della sua forma e dimensione.
Un altro vantaggio importante – sebbene sia spesso trascurato – è l’autoregolazione della sua attività batterica; cioè, essendo un prodotto della natura, le relazioni che si creano tra gli esseri organici e l’ambiente sono naturali. Tutto questo senza contare che per alcune persone il piacere di avere erba naturale nel cortile di casa può essere senza pari.

Vantaggi e svantaggi dell’erba sintetica

A differenza dell’erba naturale, l’erba sintetica non dipende da una manutenzione frequente per apparire sempre verde. Evita le tipiche faccende del giardinaggio: falciatura, diserbo, irrorazione e concimazione. Per quanto riguarda l’irrigazione, ne ha comunque bisogno per mantenerlo pulito e stabile, ma in quantità molto inferiori rispetto all’erba naturale.
L’erba sintetica richiede una procedura di disinfezione patogena periodica, poiché la sua attività microbica non si autoregola
Tuttavia, l’erba artificiale richiede una manutenzione minima per evitare alcuni problemi. Richiede lavaggi frequenti ed una procedura di disinfezione patogena periodica, perché in questo tipo di superfici c’è di solito un’attività microbica che non si autoregola come accade con l’erba naturale.
Altri svantaggi dell’erba artificiale si verificano all’aperto, specialmente nelle zone calde. Essendo di plastica, si riscalda molto più velocemente dell’erba naturale.

Metodi di installazione di erba naturale e sintetica
L’installazione dell’erba naturale è più semplice di quella dell’erba artificiale. Non richiede macchinari o strumenti complessi. Dopo aver preparato il terreno e posizionato le zolle, è necessario attendere solo qualche giorno senza calpestare quella superficie per consentire al prato di assestarsi.
Mentre, l’erba artificiale richiede un’installazione professionale.

Ti piace quest'articolo?

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on whatsapp
Pratoroll.com

Pratoroll.com

commenti

Iscriviti alla Newsletter

PratoRoll è operativo in tutte le regioni Italiane, isole comprese:

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Elenco delle regioni Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto

Pratoroll©2021 All rights reserved

Made with ❤ Pratoroll.com

Apri la chat
Hai bisogno di aiuto?
Ciao! come possiamo aiutarti?